IL DELITTO MATTARELLA

274
0

Film documento storico in memoria di una drammatica vicenda storia.

Ascolta il post!

“Il delitto Mattarella” narra la storia del tragico omicidio del Presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella, fratello del nostro attuale capo di Stato Sergio Mattarella. L’efferato delitto avviene ad opera di uno spietato killer il giorno dell’Epifania del 1980 quando il Presidente, accompagnato dalla sua famiglia, si reca in chiesa.

Il primo ad occuparsi delle indagini sarà il sostituto procuratore Pietro Grasso, seguito dal giudice Giovanni Falcone, ma senza che giustizia sia fatta in quanto gli esecutori materiali non saranno mai arrestati.

Il regista Aurelio Grimaldi esordisce al cinema come narratore e sceneggiatore per le pellicole di Marco Risi “Mary per sempre” e “Ragazzi fuori”, giunge sul grande schermo come autore di film tra cui “Il Macellaio” con Alba Parietti, “Un mondo d’amore” in omaggio a Pasolini ed approda dietro la macchina da presa di questo lungometraggio per far rivivere, nel quarantennale dell’uccisione, la memoria del cinema italiano e del suo impegno civile.

Questa fedele ed intensa ricostruzione storica, ben lungi da pretese documentaristiche, si basa su fatti realmente accaduti, documentati da telegiornali, titoli e prime pagine di giornali di quegli anni, con date, nomi, cognomi ed i molteplici interessi della mafia, della politica e di tutto il panorama criminale italiano.

Il film annovera un cast numeroso e valido, un’accurata ricostruzione di usi e costumi ed una colonna sonora che scandisce il ritmo della narrazione. Nonostante il pubblico stia già vivendo a causa del Covid-19 un momento storico caratterizzato da interrogativi e preoccupazioni, è importante che film come “Il delitto Mattarella” rappresentino un omaggio al cinema “vecchia maniera” e ci invitino a riflettere sulla Storia recente del nostro Paese.

Esce nei cinema –  il 2 luglio 2020, distribuito da Cine1 Italia.

Voto: 7